IL CASO

"Perseguitava l'ex moglie", commerciante scagionato da tutte le accuse

di

 CALTANISSETTA. Si sciolgono le accuse per un sospetto stalker. Un commerciante finito sul banco degli imputati perché accusato di avere perseguitato la sua ex compagna. E invece no. Il quarantenne (difeso dagli avvocati Dino Milazzo e Salvatore Amato) è stato assolto. Tre le imputazioni che gli erano piovute sul groppone nel riunire distinti procedimenti. Due capi, ovvero stalking e violazione di domicilio, sono sostanzialmente caduti nel momento in cui lei, la trentunenne S.C. (assistita dall’avvocato Valentina Fiorenza) ha rimesso la querela rinunciando alla costituzione di parte civile. Ma per il danneggiamento aggravato, per cui si procede d'ufficio, tutto è rimasto immutato. E ieri il giudice Marco Sabella, nel disporre il non doversi procedere per le prime due ipotesi, ha assolto l’imputato nel merito «perché il fatto non sussiste» per l’accusa di danneggiamento aggravato. Lo stesso pm, ieri, ha proposto un verdetto di non colpevolezza.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X