IL BLITZ

Mafia nel Nisseno, commercianti dai boss per evitare risse nei locali

CALTANISSETTA. Alcuni commercianti si sarebbero rivolti direttamente a Cosa nostra per risolvere problemi legati alle loro attività. È il caso di due nisseni che si recarono a Milano e a Torino per incontrare Alfonso Lipari e Antonio Cordaro, trasferitisi al Nord per il divieto di dimorare in Sicilia. I due commercianti avrebbero chiesto l'intervento di Cosa nostra per evitare che si verificassero risse nel locale.

L'hanno spiegato il procuratore di Caltanissetta Sergio Lari e il capo della Squadra mobile nissena Marzia Giustolisi nel corso della conferenza stampa in cui sono stati illustrati i particolari dell'operazione antimafia "Kalyroon" - che richiama il nome antico del paese di San Cataldo - con cui è stata fatta luce sull'attività della mafia su estorsioni, traffico di droga e prostituzione a San Cataldo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X