GELA

"Acque contaminate": vietato l'uso dei terreni vicini alla discarica

di
I controlli dell’Asp hanno accertato la possibile contaminazione delle acque nelle aree a valle della discarica Timpazzo

GELA. Valori fuori norma e una possibile contaminazione delle acque. Per questo motivo, è scattato il divieto d’uso dei terreni che si affacciano a valle della vasca C-D della discarica Timpazzo. La decisione è stata adottata a seguito di una nota firmata dai responsabili locali dell’Asp.

Dopo due sopralluoghi, effettuati negli scorsi mesi dai tecnici dell’Arpa, sono emersi valori anomali rispetto alla presenza nelle acque di alluminio, arsenico, boro, ferro, manganese, nichel, piombo e cloruro di vinile. Gli accertamenti sono scattati proprio nella zona a valle della vasca C-D del sito di conferimento.

Le relazioni redatte dagli esperti dell’Arpa hanno sollevato il rischio per la salute pubblica. I dati anomali sono stati registrati anche dai due piezometri collocati lungo il perimetro finito sotto verifica. I tecnici hanno indicato «il rischio per la salute pubblica sul lungo periodo». Per queste ragioni, in base ad un’ordinanza appena firmata dal sindaco Angelo Fasulo, si fa divieto assoluto di utilizzo dei terreni privati circostanti.

Quindi, stop ai pascoli e all’eventuale coltivazione di quelle aree, almeno fino a quando non vi saranno nuovi accertamenti e in presenza di dati più rassicuranti.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook