SANITA'

Gli ascensori sono guasti, quattro ospedali del Nisseno nel caos

di
Oltre al «Sant’Elia» nel capoluogo, in grosse difficoltà vi sono anche i nosocomi di Mussomeli, Niscemi e Gela

CALTANISSETTA. Ascensori nuovi di zecca fermi da più di un mese per un problema legato alla manutenzione. Succede all’ospedale Sant’Elia dove ormai di giorno in giorno per le centinaia di utenti che arrivano da ogni parte della provincia, e anche da fuori, salire agli ultimi piani sta diventando una vera e propria odissea. In pratica su quattordici ascensori disponibili (compresi quelle della palazzina di Malattie Infettive) al momento ne funzionerebbero undici ma fino a qualche giorno fa quelli guasti erano anche di più.

Già perché non solo sono guasti e, a quanto pare, in attesa dei pezzi di ricambio i due nuovi ascensori del piano terra (proprio di fronte le scale), ma il problema ha riguardato anche due “monta-lettighe” – gli ascensori utilizzati per trasferire i pazienti da un piano all’altro – fino all’altro ieri completamente inutilizzabili. Ne sono rimasti solo tre a disposizione dell’utenza, e ogni mattina, tra disagi e urla di qualche cittadino particolarmente intollerante, il piano terra è animato da liti e schiamazzi. E non si può dar torto ai tanti anziani e disabili, o alle donne in gravidanza, che devono stare in fila davanti ai pochi ascensori ormai funzionanti. Pare per altro che uno degli elevatori sarebbe stato utilizzato in questi giorni sia per trasportare i pasti ai pazienti, ovviamente sigillati, che per caricare i sacchi con i rifiuti speciali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook