IL CASO

A Niscemi torna l'allarme zecche: scoppia la polemica

di

NISCEMI. Pericolo zecche in contrada Piano Mangione. A denunciare l'avvistamento di numerosi esemplari di zecche è stato Giuseppe Vacirca, residente proprio nel popoloso quartiere. Vacirca da anni si batte per il miglioramento delle condizioni igenico-sanitarie del proprio quartiere e di tutta la città. Lo stesso è il fondatore del gruppo Facebook «Decoro urbano e dignità dei cittadini».

L'uomo, esasperato dalle continue segnalazioni che annualmente rimangono inattese, ha ritrovato all'ingresso della propria abitazione diverse zecche: «Igni anno la storia si ripete. L'avvicendarsi delle stagioni, soprattutto in Sicilia, è impietoso. Il passaggio dalla stagione fredda a quella estiva si verifica ormai repentinamente e tali condizioni climatiche a Niscemi sono causa di notevoli inconvenienti igienico-sanitari, che mettono in pericolo l'incolumità dei cittadini, dovuti alla particolarità di ampie zone del territorio comunale che, soprattutto nelle periferie e anche in centro abitato, sono caratterizzate dalla presenza di fondi inedificati, incolti e infestati da sterpaglie ed arbusti naturali».  Un vero e proprio segnale d'allarme. N ella zona sono molti i terreni incolti ricettacolo di parassiti di ogni specie tra i quali, i più pericolosi, le zecche.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X