ANGELI

Carenze igieniche, al cimitero di Caltanissetta gabinetti chiusi

di

CALTANISSETTA. Da sette mesi chi si reca al cimitero ed ha la necessità di soddisfare un bisogno fisiologico non lo può fare. I gabinetti sono chiusi. "Erano indecenti" taglia corto il direttore del camposanto Vito Di Palma che ha disposto la chiusura dei tre gabbiotti ognuno dei quali con due gabinetti, uno per uomini, uno per le donne. Sono posizionati in punti diversi comunque a coprire l'intera area cimiteriale, in totale dunque sei servizi igienici a disposizione del pubblico ridotti in uno stato che riesce davvero difficile descrivere.

Carenze igieniche gravissime contro le quali l'unico rimedio possibile era la chiusura. Provvedimento scattato a dicembre quando i gabinetti del cimitero erano piombati nella più totale sporcizia. «Erano stati puliti e rimessi in funzione - aggiunge Di Palma - nel periodo della commemorazione dei defunti grazie all'impegno dell'assessore Pastorello e al contributo del personale al quale non compete questo compito. Avevamo sostituito anche porte e infissi, ma il miracolo è durato poco. A dicembre i tre gabbiotti erano nuovamente inguardabili e inavvicinabili e a quel punto non si è potuto fare altro che adottare il provvedimento di chiusura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X