CALCIO

Gela, partono Cutaia e il ds Ferraro. A rischio pure il destino di Brucculeri

di
Voci sulla probabile rinuncia dell’allenatore. L’ex centrocampista commenta amaro: «La mancata riconferma mi ha spiazzato»

GELA. Quella che doveva essere la settimana della programmazione si è trasformata, invece, in un periodo pieno di dubbi e amari addii. In casa Gela Calcio diciamolo subito non si respira una bella atmosfera. Chiusi a riccio, le uniche notizie trapelano da altri fonti e tutto ciò non fa che aumentare l’apprensione tra i tifosi della squadra biancazzurra che dopo la conquista dell’Eccellenza magari sognavano un’estate ricca di colpi di mercato e l’arrivo, quindi, di grandi giocatori. Il primo a lasciare a malincuore la società di via Venezia è stato Pietro Cutaia che ha sfogato tutta la sua amarezza tramite il social network Facebook.

Una decisione, quella presa dalla dirigenza gelese che «onestamente mi ha spiazzato – ha scritto l’oramai ex centrocampista del Gela - la società non mi ha voluto riconfermare. Seppur deluso, non posso negarvi quanto bene mi sia trovato. Volevo ancora una volta ringraziare i miei compagni, i tifosi e tutte quelle persone che a Gela mi hanno voluto bene». Parole che hanno lasciato spiazzato non solo uno dei protagonisti della conquista della massima competizione regionale ma anche gli stessi sostenitori del Gela rimasti amareggiati dalla non riconferma di uno dei leader del gruppo biancazzurro.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X