IL CASO

Impianti sportivi a Caltanissetta, «luce tagliata»: il Comune paga i debiti

di
Gli operai dell’Enel hanno provveduto a staccare i contatori della rete elettrica dopo i continui solleciti del pagamento a Palazzo del Carmine

CALTANISSETTA. Lo sport in città è al buio. Gli impianti di Pian Del Lago, «Tomaselli», «PalaCannizzaro» e «Cannavò», sono rimasti senza luce: l’erogazione è stata sospesa dall’Enel per morosità. Il comune era debitore nei confronti dell'Enel di poco meno di cento mula euro. Ieri mattina l'amministrazione comunale ha deliberato il pagamento di quanto dovuto, circa cento mila euro.

Dalle pomeriggio di ieri le strutture sportive sono praticamente inutilizzabili. I responsabili Enel aveva contattato il Comune che ha inviato due impiegati dell’ufficio tecnico: nessuna soluzione praticabile, la luce è stata tagliata. In precedenza l’Enel aveva sollecitato Palazzo del Carmine, proponendo anche una rateizzazione degli importi. Ieri mattina l’Amministrazione con in testa il Sindaco si è immediatamente messa al lavoro per risolvere il problema e pagare le spettanze all'Enel. Gli impianti sportiti o attualmente ospitano decine di persone, tecnici di basket, responsabili e tutor e settanta atleti di varie età, dagli under 13 a salire. Questi i numeri del primo Kalat Basketball camp di Caltanissetta che però è incappato in un disservizio incredibile al secondo giorno di attività.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X