CARABINIERI

Duello rusticano a Caltanissetta, minore ferisce 2 diciottenni

di
Folla in fuga inseguita da una pattuglia del nucleo radiomobile, tre giovani sono stati bloccati, identificati e denunciati per l’ipotesi di reato di rissa

CALTANISSETTA. Duello rusticano in via Rochester. Con un ragazzino che avrebbe ferito due diciottenni con un coltello. Questa, almeno, la tesi dei carabinieri anche se l’arma non è stata ritrovata. Ma il combattivo minorenne è riuscito ad avere la meglio e il sopravvento sui suoi rivali, più grandi di lui. E alla fine tutti e tre sono finiti in ospedale. Ma mentre lui, il minore, è stato giudicato guaribili in cinque giorni, i suoi rivali ne avranno per un paio di settimane.

Per tutti è tre è scattata la denuncia per l’ipotesi di rissa. I protagonisti della burrascosa storia sono un diciassettenne egiziano e due diciottenni, M.T e S.T. entrambi del Bangladesh. L’allarme è scattato nella prima serata di ieri l’altro in via Rochester. Quando a un certo punto una pattuglia dei militari del nucleo radiomobile ha notato una piccola folla in fuga. In realtà si stavano rincorrendo per darsi botte da orbi. Ma alla vista della ”gazzella”, in un fuggi fuggi generale, sono riusciti quasi tutti a dileguarsi. Tre di loro no. I due bengalesi e l’egiziano. Sono stati bloccati e tutti tre presentavano ferite. Soprattutto i due diciottenni avevano tagli sul corpo, mentre l’altro le presentava alla schiena e all’avambraccio. Tutti e tre sono stati poi trasferiti in ambulanza all’ospedale. Ad avere la peggio, anche in termini di prognosi per la guarigione, sono stati i due maggiorenni. L’altro, il battagliero ragazzino, è riuscito a cavarsela con molto meno.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook