CALTAQUA

Lotta ai morosi, taglio dei contatori dell’acqua a Caltanissetta

di
Si calcola che un 10 per cento dell’utenza non rispetta le scadenze dei pagamenti, in alcuni casi sarebbero stati gli amministratrori a «ritardare» i versamenti

CALTANISSETTA. Senza respiro la caccia ai morosi che non pagano il tributo idrico. Caltaqua ha avviato la campagna dei tagli - l'ennesima - con una media di cinquanta disattivazioni di contatori al giorno nel tentativo estremo di recuperare somme in grado di poter dare un po' di ossigeno alle casse della società spagnola. Nel capoluogo quasi il dieci per cento dell'utenza complessiva (poco più di ventunomila) dimentica di onorare le bollette che vengono recapitate a cadenza trimestrale. E non si tratta di utenze singole ma, come si sta scoprendo, di interi condomini.

Grossi stabili anche della zona di cosiddetta nuova espansione dove gli amministratori dimenticano di effettuare i versamenti rischiando di far restare senz'acqua decine di nuclei familiari. Gli amministratori in certi casi incontrano difficoltà a reperire le somme dovute a Caltaqua. La campagna tagli è partita dopo che la società, come vuole la prassi, ha inviato i necessari solleciti invitando gli interessati a regolarizzare posizioni attuali e pregresse. Solleciti caduti, nella gran parte dei casi, sistematicamente nel vuoto. L'operazione procede ma Caltaqua va scoprendo frodi di ogni genere.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X