MANIFESTAZIONE

Niente trasporto, protesta dei disabili a Gela

di
Davanti al municipio pure gli operatori. Il vicesindaco: servizio riattivato entro il 10 ottobre

GELA. Disabili in carrozzina e operatori del servizio di trasporto al momento sospeso, ieri mattina, sono tornati a protestare davanti Palazzo di Città. Temono che il servizio di trasporto disabili venga cancellato e non si sentono sicuri nemmeno delle promesse avanzate dall’amministrazione comunale di affidare il bando entro la prima decade di ottobre. Alla rinuncia dell’impresa che si era aggiudicata il bando di gara si sono aggiunte quelle di tutte le altre imprese partecipanti alla gara indetta dal Comune, così anche i consiglieri hanno puntato l’indice contro l’amministrazione comunale portando la questione in Aula nel corso di una seduta di question time. Alla base del malcontento, il timore dei lavoratori di non essere assorbiti dalla prossima impresa che si aggiudicherà il bando relativo al servizio di trasporto dei disabili.

«Prima che il servizio scadesse abbiamo dato esecutività al bando – spiega il vice sindaco Simone Siciliano – ma all’atto della stipula del contratto la cooperativa palermitana Matusalemme ha rinunciato all’affidamento. Per legge abbiamo invitato la seconda ditta in graduatoria, che si è ritirata, e poi la terza (cooperativa Progetto Vita), che ha anch’essa rinunciato per motivi non chiari.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X