TRIBUNALE

Caltanissetta, istruttore di palestra di fronte al giudice: "Mai usati anabolizzanti"

di

CALTANISSETTA. «Non ho mai fatto commercio di sostanze anabolizzanti». Giampiero Alfano, l'istruttore di body building arrestato dalla Mobile, nel corso del lungo interrogatorio di garanzia davanti al Gip David Salvucci, mostrando dispiacere ha respinto l'accusa di aver fatto commercio illegale di farmaci ad azione anabolizzante.

«Ero io a farne uso - ha dichiarato - nella preparazione per eventi agonistici nella convinzione che potessero migliorare le mie prestazioni. Non ho mai fatto commercio e solo in un episodio ho ceduto gratuitamente questi medicinali a tre ragazzi». I tre ragazzi cui avrebbe fatto riferimento Alfano non sarebbero però quelli (di Polizzi Generosa) ai quali la Squadra Mobile aveva trovato il "Winstrol Depot" e le prescrizioni per l'uso scritte a mano su un foglio.  Da quel ritrovamento la Mobile ha avviato le indagini per esplorare il mondo del doping fra i body builder nisseni concentrandole prevalentemente sui movimenti dell'istruttore che sarebbe stato, per gli investigatori, punto di riferimento per giovani del palermitano, dell'agrigentino e del calatino circostanza ieri respinta dal diretto interessato.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X