TRIBUNALE

Caltanissetta, voleva accoltellare un ambulante: pensionata alla sbarra

CALTANISSETTA. Armata di coltello l’avrebbe inseguito nel tentativo di sferragli colpi. Questa sorta di presunto raptus ha poi finito per trascinare alla sbarra una tranquilla pensionata che, d’improvviso, si sarebbe trasformata in aggreditrice nei confronti di un giovane ambulante. E lei, Maria Pezzati (assistita dall’avvocato Carmelo Terranova) dal primo grado del giudizio ne è uscita con l’affermazione di responsabilità.

Che ha fatto scattare a suo carico la pena a quattro mesi per i reati di tentate lesioni aggravate, minacce aggravate e ingiurie. Ma non è tutto. Perché giudice Marco Sabella nella primavera di due anni addietro l’ha pure condannata a risarcire la parte civile. Verdetto che la difesa ha appellato, così da aprire le porte, ora, a un nuovo processo. A subire quell’assalto è stato il ventunenne Abdelhdi Fanidi (assistito dall'avvocato Sandro Valenza) che da parecchio tempo vive in città e che, poi, si è costituito nel giudizio a carico della donna.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X