L'INIZIATIVA

Gela, sportello antiviolenza oltre la paura

di

GELA. La parola d'ordine è ribellarsi e denunciare. Ma non è sempre così facile perché bisogna prima avere la consapevolezza di essere vittime di violenza, superare la paura, trovare il coraggio e poi affidarsi nelle mani delle forze dell' ordine e dei magistrati.

E che ancora ci sia tanta paura nel denunciare, lo dimostra anche il fatto che lo sportello antiviolenza "Anghelas" inaugurato a Gela lo scorso marzo e promosso dall' assessorato ai servizi sociali, in otto mesi ha ricevuto solo 5-6 telefonate.

"Non di più", dice con rammarico l' assessore ai Servizi sociali del Comune di Gela, Licia Abela. "Abbiamo a disposizione un' equipe pronta ad aiutare coloro che subiscono violenza fisica e psicologica ma ciò nonostante in pochi si sono rivolti a noi. Come se il problema non esistesse e invece sappiamo benissimo che il problema esiste".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X