SQUADRA MOBILE

"Imponevano i guardiani per la sicurezza": mafia, 7 arresti a Niscemi

di

NISCEMI. La Squadra mobile di Caltanissetta, in collaborazione con i carabinieri di Ragusa, sta eseguendo sette misure di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti pregiudicati di Niscemi, accusati di associazione mafiosa ed estorsioni aggravate dalle modalità mafiose.

I provvedimenti sono stati emessi dal Gip  del Tribunale di Catania su richiesta della Direzione distrettuale Antimafia della Procura di Catania nell’ambito dell’operazione “Guardian”.

Secondo gli inquirenti, i sette indagati avrebbero imposto la cosiddetta guardiania, nei confronti dei titolari di aziende agricole situate fra Acate e Niscemi. Agli imprenditori agricoli, sarebbero state imposte assunzioni di appartenenti al clan Madonia, con le mansioni di guardiani. Grazie al controllo di tutte le attività criminali svolte nel territorio dove si trovavano le aziende, i guardiani sarebbero stati in grado di garantire alle vittime più sicurezza. Non avrebbero più subito furti e danneggiamenti che si verificavano prima della loro assunzione.

Mafia ed estorsioni, nomi e foto dei 7 arrestati a Caltanissetta

I proventi dell’attività estorsiva erano rappresentati dai compensi che venivano corrisposti ai guardiani assunti, rappresentati da somme di denaro di circa mille euro mensili o altre forme di regalie costituite da prodotti agricoli.

Gli episodi estorsivi contestati nel provvedimento cautelare sono sei, relativi ad un arco temporale molto ampio, compreso tra l’anno 2001 e l’anno 2015.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X