AMBIENTE

Rifiuti a Caltanissetta, dopo le multe partono i ricorsi

di

CALTANISSETTA. Fioccano adesso i ricorsi contro le multe elevate dalla polizia municipale grazie alle fotocamere piazzate nelle vicinanze dei cassonetti in punti precisi della città. Sono già quindici i cittadini, tutti di Santa Barbara, che hanno presentato opposizione al sindaco sostenendo che nei cassonetti non sarebbe indicata l’ora del conferimento dei rifiuti.

Altri ancora hanno motivato il ricorso con il fatto che arrivando da altri centri non sono a conoscenza delle nuove regole fissate dal Comune. Per altri, infine, la presenza delle fotocamere costituirebbe una violazione della privacy.

I ricorsi, adesso, sono al vaglio dell’ufficio legale del Comune. Con le fotocamere dall’attivazione (settembre) ad oggi la polizia municipale ha elevato più di cento multe (importo cinquanta euro, più dieci di spese di notifica) e il grosso delle sanzioni è riferito ad una zona, contrada Comunelli poco oltre lo stadio Tomaselli dove moltissimi automobilisti sono stati “immortalati” mentre depositavano sacchetti della spazzatura fuori dai cassonetti oppure fuori dagli orari consentiti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X