TRIBUNALE

Resuttano, perizia per i beni in odore di mafia di Paolo Greco

di

RESUTTANO. Sarà una «super perizia» a fare chiarezza sulla provenienza dei beni di un imprenditore. Un patrimonio stimato in tre milioni di euro e che, secondo gli inquirenti, sarebbe più che sospetto. È stato sequestrato a un imprenditore originario di Resuttano, il quarantaseienne Paolo Greco (assistito dall'avvocato Michele Ambra).

Ora il tribunale misure di prevenzione ha incaricato un suo esperto, il commercialista palermitano Andrea Passananti, chiamato a fornire precise risposte. A lui il compito di vagliare il rapporto tra redditi dello stesso Greco e beni posseduti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X