ANNO GIUDIZIARIO

Gestione dei migranti a Caltanissetta, polemica tra avvocati e corte d'Appello

di

CALTANISSETTA. È sul fronte diritti umani e diritto dell'immigrazione che gli avvocati che operano in questi settori hanno mosso qualche rilievo al presidente della corte d’Appello. Appunto sull’onda della relazione del presidente Maria Grazia Vagliasindi sull’amministrazione della giustizia dal 1 luglio 2016 al 30 giugno 2017 «con il solo obiettivo di garantire e fornire una reale, oggettiva e non condizionata tutela dei diritti fondamentali».

È sul tema della protezione internazionale che avvocatura e magistratura sembrano viaggiare su binari non convergenti e, in particolare, sui richiedenti provenienti dal Pakistan ed esattamente dal Punjab. Gli avvocati sono scesi in campo «per la necessità di non orientare a facili generalizzazioni da applicare in maniera seriale in tutti i casi di domande di protezione avanzate dai richiedenti pakistani del Punjab ». L’obiettivo sarebbe «evitare falsi e nocivi pregiudizi, come forma di rispetto verso coloro che fuggono dal proprio paese, Punjab compreso, lasciando i propri legami ed affetti, perché costretti a vivere in condizioni inumane e degradanti lesive di ogni forma di diritto, o che fuggono da condizioni di violenza e per mettere in salvo la propria vita».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X