TRIBUNALE

Bruciò un romeno a Riesi, 21enne confessa in aula

di

CALTANISSETTA. «Non volevo ucciderlo, ma solo spaventarlo… so di avere commesso una sciocchezza». È la confessione resa da un ragazzo accusato di avere tentato di uccidere un uomo bruciandolo vivo dopo averlo cosparso di benzina. E alla fine ha ammesso, pur spiegando che la sua, quella notte, sarebbe stata una sorta di reazione d’impeto alla nuova minaccia che avrebbe subito dall’altro.

La confessione è del ventunenne di Riesi, Vito Emanuel Ciccia Romito (difeso dall’avvocato Giuseppe Dacquì) accusato di aver provato ad uccidere un quarantatreenne di origine romena che vive e lavora a Riesi, Dan L. (assistito dall’avvocato Carmelo Mirisciotti) costituito nella veste di parte civile.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X