TRIBUNALE

Va allo stadio pur avendo il Daspo, giovane di San Cataldo assolto: era amichevole

di

SAN CATALDO. È finito nei guai, ma adesso ne è uscito «pulito», perché accusato di avere violato il Daspo che gli è stato imposto dalla questura. Provvedimento che al ventinovenne sancataldese Fabio Naro avrebbe impedito, per tutta la durata della misura valida cinque anni, di assistere a qualsiasi avvenimento sportivo.

E lui, tradito dalla passione per il calcio e per i suoi colori, presentandosi al «Valentino Mazzola» di San Cataldo per assistere ad una gara della sua squadra del cuore, s’è poi ritrovato una denuncia sul groppone. La stessa che poi ha dato vita a un decreto di citazione in giudizio a suo carico chiesto in origine dal sostituto Sofia Scapellato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X