L'INCHIESTA

"Associazione mafiosa", chiesti nove anni per imprenditore di San Cataldo

di
mafia San Cataldo, Caltanissetta, Cronaca
L'arresto di Diego Calì

Nove anni per mafia. Li ha chiesti la procura generale nei confronti di un imprenditore di San Cataldo che lavora nel settore pompe funebri. La proposta di pena è stata avanzata a carico del sessantottenne Diego «Dino» Calì, chiamato al cospetto della corte d’Assise d’Appello di Catania per associazione mafiosa tra le pieghe dell’inchiesta ribattezzata «Nuovo mandamento».

E per questa sua presunta appartenenza a Cosa nostra sancataldese, l’accusa ha chiesto adesso la condanna dell’imputato a nove anni di reclusione.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X