stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Piove, si allaga l’ascensore: l’ospedale di Gela va in tilt
SANITA'

Piove, si allaga l’ascensore: l’ospedale di Gela va in tilt

di

GELA. Pochi minuti di pioggia sono bastati ad allagare l’unico ascensore che collega il gruppo operatorio dell’ospedale ai reparti. Per trasferire i pazienti è stato indispensabile ricorrere all’intervento dell’ambulanza. Il mezzo di soccorso si è dovuto districare tra le auto in sosta selvaggia all’interno del piazzale dell’ospedale. La situazione di emergenza, andata avanti per tutta la giornata, ha messo in secondo piano anche i primi interventi in laparoscopia effettuati a pazienti oncologici dal primario di Chirurgia, Antonino Tirrò. Una tecnica innovativa che ha permesso di estrarre una massa tumorale al colon ad un paziente di 70 anni.

Sono stati effettuati complessivamente tre interventi in laparoscopia dall’equipe chirurgica retta da Tirrò e composta da Francesco Polara e Luciano Morselli (anestesista), e dagli infermieri coordinati da Carmelo Antonio Mancuso, rispettivamente: Gaetano Butera, Giuseppe Calabrese e Paolo Salinitro. Anche questi pazienti, dopo l’intervento chirurgico, per tornare nel reparto di Chirurgia, dove sono ricoverati, sono stati trasportati dall’ambulanza e tramite una lettiga hanno attraversato i piazzali allagati e le persone in attesa al Cup (Centro unico di prenotazione) dislocato all’ingresso del presidio ospedaliero. Gli addetti del servizio di pulizia sono entrati in azione per asciugare la sala di attesa del gruppo operatorio e quella del reparto di psichiatria completamente allagate.

La mancanza di caditoie ha lasciato defluire l’acqua che, dal terrazzo al primo piano dello stabile di via Palazzi ha raggiunto la sala di attesa del gruppo operatorio allagando l’ascensore e le scale di servizio in uso al personale interno. I familiari dei pazienti sono rimasti sgomenti e impassibili nell’assistere al percorso improvvisato dal personale ospedaliero per riportare nei reparti i loro cari. Lunedì era stato il direttore generale dell’Asp, Ida Grossi, a introdurre le migliorie che stanno interessando la struttura ospedaliera Vittorio Emanuele presentando il bilancio dopo appena tre mesi dal suo insediamento. Nell’occasione era stata ufficializzata l’assunzione del medico Pirrò alla guida del reparto di Chirurgia e l’avvio di interventi in laparoscopia per pazienti affetti da patologie tumorali. Tra le migliorie annunciate figura la creazione di un gruppo di lavoro e una collaborazione con il reparto di Cardiologia di Caltanissetta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X