stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca San Cataldo, i residenti dicono «no» ai profughi
COMUNE

San Cataldo, i residenti dicono «no» ai profughi

di

SAN CATALDO. «Nel nostro quartiere non li vogliamo». Si accende lo scontro sul prossimo arrivo di 25 immigrati nel quartiere Cristo Re dove, per via di una convenzione con la cooperativa «Omnia», che gestisce già uno Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) in via Garigliano, è stato individuato uno stabile dove saranno ospitati i profughi.

Prospettiva che ha fatto infuriare molti residenti – ovviamente non tutti – i quali non vedono di buon occhio l’insediamento degli stranieri. La polemica, talvolta dal velato sfondo razzista, in questi giorni è impazzata in particolare su facebook dove cittadini infuriati, e forse poco informati sulla condizione di rifugiato (e dunque per questo avente diritto ad essere accolto e integrato sul nostro territorio) che caratterizza i venticinque soggetti in arrivo, si sono lasciati andare in certi casi a giudizi poco lusinghieri nei confronti di chi arriverà ma anche del sindaco Giampiero Modaffari, il quale ha da sempre ribadito l’importanza dell’iniziativa finalizzata all’integrazione.

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X