stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Salme in attesa a Gela, scontro sulle confraternite
EMERGENZA

Salme in attesa a Gela, scontro sulle confraternite

di
Intanto la Guardia di finanza apre un’inchiesta sui ritardi nella realizzazione delle nuove sepolture per il mancato avvio del progetto in project financing

GELA. «Le confraternite ci sono, belle e pronte, ma non possono essere usate». Con queste parole Giuseppe Di Dio, candidato sindaco con le liste «Reset 4.0» e «Peppe Di Dio Sindaco» interviene sulla questione dei loculi cimiteriali a Farello, evidenziando che «molti defunti stazionano settimane nelle camere mortuarie» e definisce la vicenda «incredibile».

Non si fa attendere la replica dell’amministrazione comunale, convinta di avere onorato gli impegni, avviato e seguito l’iter di affidamento del bando fino all’esecuzione dei lavori. «Le confraternite sono state realizzate nei tempi prefissati nel bando — assicura Giuseppe Ventura, assessore all’Ecologia —. Abbiamo voluto la realizzazione delle confraternite, individuando le aree e fatto l’avviso pubblico, assegnato tramite sorteggio. I lavori sono stati ultimati. Rimane da risolvere la questione legata all’agibilità di competenza del settore Urbanistica. Il dirigente Emanuele Tuccio e Patrizia Zanone, coadiuvati da un segretario, hanno superato l’ostacolo chiedendo ai titolari delle confraternite di ultimare gli accessi ai monumentini in cambio della concessione dell’agibilità».

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X