stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crolli al cimitero di Caltanissetta, chiesto l’intervento del Prefetto
"ANGELI"

Crolli al cimitero di Caltanissetta, chiesto l’intervento del Prefetto

di
Società di mutuo soccorso chiede il ripristino delle condizioni di sicurezza. Dal Comune hanno sostenuto che non ci sono soldi per eventuali lavori

CALTANISSETTA. Casse al verde al Comune e al Genio civile i due enti - soprattutto il secondo - ai quali spetta il compito di ripristinare la sicurezza nella parte di cimitero interessata dai crolli. L'assessore ai Lavori Pubblici Amedeo Falci è stato chiaro: «Il Comune non ha soldi per l'intervento di messa in sicurezza del costone roccioso. E nelle stesse condizioni si trova il Genio civile da noi sollecitato. Purtroppo la stretta dei finanziamenti pubblici non ci consente di intervenire laddove sarebbe necessario e mi riferisco a quella del cimitero Angeli proprio sotto la rocca di Pietrarosa dove l'accesso ai visitatori è inibito da mesi».

Dalla fine di febbraio oltre cento loculi della società di mutuo soccorso «Maria Santisima della Catena» (che ieri ha riunito il consiglio d'amministrazione per affrontare questa emergenza) oltre ad una ventina di sepolture private sono interdetti e transennati. E si tratta di quella parte di camposanto ai piedi della montagna dalla quale sono venuti giù in due circostanze pesanti massi da obbliil riprisgare il Comune a correre ai ripari con l'adozione dell'unica misura possibile, ovvero la chiusura che sta provocando, comunque, le sacrosante proteste di tanti nisseni impossibilitati a deporre un fiore sulle tombe dei propri cari.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X