stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cimitero, non ci sono soldi e un'area resta interdetta
CALTANISSETTA

Cimitero, non ci sono soldi e un'area resta interdetta

di

CALTANISSETTA. Nel cimitero ormai saccheggiato dai ladri è destinata a restare chiusa per lungo l'area interessata dai crolli dalla rocca di Pietrarossa. A latitare non sono le idee ma i soldi. Comune e Regione non sono, al momento, in grado di intervenire per mettere in sicurezza la sinistra montagna che domina la parte antica e più bella del camposanto.

«La chiusura di questa zona avrà una durata lunghissima - ammette l'assessore ai Lavori Pubblici Amedeo Falci- anche se è triste pensare che al momento centinaia di nisseni non possono avvicinarsi alle tombe dei propri cari per deporre un fiore. Con franchezza debbo ammettere che la messa in sicurezza del costone presuppone un investimento che al momento nessun ente, Comune o Regione, è in grado di sopportare».

Al momento sono off-limits un centinaio di loculi della società di mutuo soccorso "Maria Santissima della Catena" e un ventina di cappelle gentilizie tutti ubicati in un vialetto sotto la cosiddetta «Murra di l'Angili». E interdetto resta anche l'accesso in altre sepolture familiari - tutte antiche e di gran pregio - del sottostante viale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X