stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mussomeli, no alla chiusura del punta nascita: "E' strategico"
SANITA'

Mussomeli, no alla chiusura del punta nascita: "E' strategico"

di

MUSSOMELI. «Il diritto alla salute e la salvaguardia dei livelli essenziali di assistenza vanno ben oltre il risparmio di qualche euro» e la giunta comunale di Campofranco dice «no» alla chiusura del punto nascita dell'ospedale di Mussomeli. Come una nota dell'assessorato regionale della salute, inviata alla direzione strategica dell'Asp di Caltanissetta lo scorso 4 luglio, prevede invece avvenga entro il prossimo 30 settembre. L'organo esecutivo, quindi, elenca una serie di motivazioni per le quali non vorrebbe che il reparto di ostetricia del «Maria Immacolata Longo» di Mussomeli, distante meno di diciotto chilometri da Campofranco, chiudesse. Prima fra tutti «la precarietà cronica della viabilità che rende difficili i collegamenti con il territorio e che potrebbe essere motivo di inadeguatezza dell'assistenza sanitaria alla luce, anche, della notevole distanza degli atri punti nascita».

Secondo la giunta comunale, presieduta dal sindaco Salvatore D'Anna, sarebbe «da considerare, altresì, che il punto nascita di Mussomeli ha garantito e garantisce in atto determinati standard di qualità e sicurezza del percorso nascita atteso che la partoriente gode, oltre che dall'assistenza ginecologica, anche di quella anestesiologica-rianimatoria ed il neonato dell'assistenza neonatale assicurata dal servizio di pediatria». Segnalato, quindi, «che l'ospedale è stato dotato di una culla termica a norma».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X