I MOVIMENTI

Nuova istanza a Niscemi: «Cga dica che il Muos è nocivo»

di
La sentenza dello scorso 3 settembre ribalta il dispositivo del Tar. Le associazioni: «Il Collegio ha già le carte per pronunciarsi»

NISCEMI. Chiesta la modifica dei provvedimenti istruttori disposti dal Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo con la sentenza del 3 settembre scorso, che di fatto ribalta il dispositivo del Tar che aveva dichiarato il Muos privo di autorizzazioni e nocivo alla salute. L’istanza è stata presentata da Legambiente, dall’Associazione No Muos Sicilia, da cittadini niscemesi residenti nei pressi della base militare statunitense di contrada Ulmo, dai Comitati Mamme No Muos, dal Wwf e dai comuni di Modica, Vittoria e Gela. In particolare, viene chiesto che il Cga revochi integralmente oppure modifichi le disposizioni riguardanti la nuova verificazione. A parere degli istanti, il Cga avrebbe già nel fascicolo tutte le valutazioni tecniche necessarie per decidere l’appello.

«In proposito – afferma un comunicato No Muos - non si comprende perché il Collegio ritenga non esaustiva la verificazione eseguita in primo grado dal professor Marcello D’Amore, della Sapienza di Roma, che già aveva ampiamente dimostrato l’erroneità e l’inattendibilità degli studi posti a base delle autorizzazioni in forza delle quali è stato realizzato il Muos.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X