stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Non fu festino a base di metadone: assolto il padrone di casa a Caltanissetta
TRIBUNALE

Non fu festino a base di metadone: assolto il padrone di casa a Caltanissetta

di

CALTANISSETTA. Non è stato un festino a base di metadone. Lo ha sancito il verdetto emesso dal giudice che ha finito per sconfessare il teorema dell’accusa. A cinque anni e mezzo dal blitz di polizia in casa di un disoccupato - mentre altri coinvolti sono nel frattempo deceduti - è stato assolto dal giudice.

Così s’è chiuso il procedimento a carico del quarantatreenne Fabio Milano (difeso dall’avvocato Sandro Valenza) sotto processo al cospetto dal giudice Valentina Balbo per rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. E per l’imputato l’accusa ha chiesto la condanna a un anno e sei mesi di reclusione.

Ma le accuse non hanno retto. Perché il pronunciamento del giudice, alla fine, lo ha riconosciuto innocente. Lui che è stato chiamato sul banco degli imputati, per quello che gli inquirenti hanno etichettato come un metadone party. Che originariamente ha coinvolto anche un disoccupato allora quarantenne che nel frattempo è deceduto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X