TRUFFA

Caltanissetta, false offerte di lavoro: ex vigilantes alla sbarra

di
È accusato di avere promesso un impiego per conto di un’agenzia di sicurezza dell’Emilia Romagna dopo avere fatto frequentare un corsotruffa continuata.

CALTANISSETTA. False offerte di lavoro nel mondo della security. È quanto avrebbe offerto a diversi malcapitati dai quali avrebbe pure incassato un po’ di quattrini. E lui stesso è stato in passato dipendente di quella società dell’Emilia Romagna per conto della quale, ma falsamente, avrebbe ricercato personale. Così da mettere nel sacco, secondo la tesi accusatoria, una dozzina o quasi di persone a quel tempo in cerca di lavoro.

Ed è facendo leva su questo aspetto che la trappola avrebbe funzionato ancor più. Ma solo quattro tra loro (assistiti dagli avvocati Massimiliano Bellini, Calogero Buscarino e Salvatore Tona) alla fine hanno deciso di andare fino costituendosi parte civile.

Questo lo scenario complessivo al centro dell’inchiesta che trascina alla sbarra, dinanzi il giudice Valentina Amenta, il quarantacinquenne Salvatore D.R. (difeso dall’avvocato Santo Lucia) a carico del quale il pubblico ministero Cristina Lucchini, titolare dell’inchiesta, ha contestato l’ipotesi di truffa continuata. Per una catena di episodi che sarebbe racchiusa nell’estate di due anni fa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X