stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Chiesa la confisca dei beni di un imprenditore di Sutera
PROCURA

Chiesa la confisca dei beni di un imprenditore di Sutera

SUTERA. La Procura generale di Caltanissetta ha chiesto alla Corte d'appello di confermare la confisca del patrimonio dell'imprenditore agricolo di Sutera Antonino Grizzanti, 60 anni, valutato in due milioni di euro.

Secondo l'accusa il patrimonio sarebbe di origine illecita in quanto l'imprenditore sarebbe un affiliato a Cosa nostra e avrebbe investito i guadagni delle attività illecite dell'organizzazione. Grizzanti è stato condannato per associazione mafiosa a 4 anni e 8 mesi nel processo «Grande Vallone» e attualmente è pendente il secondo processo d'appello dopo il rinvio della Cassazione.

Il legale di Grizzanti, Pietro Sorce, ha chiesto invece il dissequestro e la restituzione dei beni, consistenti in due aziende, sette fabbricati e ventidue ettari di terreno. La Corte deciderà nelle prossime settimane.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X