stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caltanissetta, la villa del boss Terminio acquisita dal Comune
BENI CONFISCATI

Caltanissetta, la villa del boss Terminio acquisita dal Comune

di

CALTANISSETTA. La giunta presieduta dal sindaco Giovanni Ruvolo ha approvato la proposta di delibera predisposta dall'assessore alle Finanze ed ai beni Patrimoniali del Comune, Boris Pastorello, di acquisire al patrimonio indisponibile del comune uno dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Si tratta di un villino con relativa corte di competenza in contrada Iannigreco-Pignataro (con una superficie di mq 87 e corte di mq 620) censito al catasto fabbricati del comune, che era di proprietà di Cataldo Terminio e della moglie, sequestrato a suo tempo dall'agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata che è stato consegnato quattro anni addietro al rappresentante legale del Comune.

La giunta ha ritenuto indispensabile provvedere all'acquisizione del bene che sarà utilizzato secondo le finalità stabilite dalla legge e dal regolamento comunale. Il Comune adesso dovrà provvedere ai relativi adempimenti connessi alla trascrizione e alla voltura presso gli Uffici Territoriali e contestualmente all'aggiornamento del relativo patrimonio immobiliare con la valutazione economico finanziaria del cespite.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X