stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gela, «fu legittima difesa»: assolto Marco Vella
TRIBUNALE

Gela, «fu legittima difesa»: assolto Marco Vella

di

GELA. La Corte d’assise di appello di Catania ha assolto Marco Vella riconoscendo la legittima difesa. Era accusato del concorso in omicidio di Benito Cannizzo, il 48enne ucciso cinque anni fa a bastonate all’interno del bar Rouse di via Francesco Crispi. Per la morte dell’uomo venne confermata la condanna dalla Cassazione, a otto anni di reclusione, di Orazio Vella, fratello di Marco e titolare del bar teatro dell’uccisione.

L’attività commerciale da allora ha chiuso i battenti, senza più riaprire. Ieri è arrivata l’assoluzione per Marco Vella che era stato condannato in primo e secondo grado a sette anni di detenzione. Anche la Cassazione aveva annullato con rinvio alla Corte d’Assise di appello di Catania per rivedere la sentenza dei primi due gradi di giudizio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X