stampa
Dimensione testo
IL CASO

Niscemi, i morti «sfrattati»: il Comune ricorrerà

di

NISCEMI. Il Comune rispetterà la sentenza del Tar che vieta lo "sfratto" al caro estinto. Ma nel frattempo si appellerà al Consiglio di Giustizia Amministrativa.

Lo ha annunciato il sindaco Francesco La Rosa in riferimento alla recente sentenza del Tribunale amministrativo regionale che ha reso giustizia a 12 cittadini, rappresentati dall' avvocato Giuseppe Placenti, i quali hanno sostenuto che fosse riconosciuto il principio che le leggi ed i regolamenti non hanno effetto retroattivo.

La recente sentenza del Tar, infatti, ha ribadito che, a seguito dell' unilaterale trasformazione delle concessioni cimiteriali, da perpetue a concessioni a tempo determinato, effettuata dal Comune di Niscemi, la scadenza delle concessioni sarebbe dovuta decorrere dalla data di entrata in vigore del nuovo regolamento cimiteriale (1° maggio 2005) e non dalla data di rilascio della singola concessione, contrariamente a quanto ritenuto dai competenti uffici comunali".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X