stampa
Dimensione testo
IL PROCESSO

Muos a Niscemi, la difesa: «Parte civile il Comune»

di

NISCEMI. Iniziate le prime schermaglie legali al processo penale per abusivismo edilizio contro il Muos, di cui ieri mattina si è celebrata la seconda udienza presso il Tribunale di Caltagirone. Dopodiché, il dibattimento è stato rinviato al 10 ottobre prossimo.

Gli avvocati che difendono i sette imputati hanno contestato le numerose richieste di costituzione di parte civile presentate da diversi enti, associazioni e liberi cittadini: Comune di Niscemi, Coordinamento regionale dei comitati No Muos, Legambiente, Mamme No Nuos di Niscemi e di Caltagirone, associazione anti mafie «Rita Atria», Legambiente, Arci Sicilia, Wwf, Centro di Educazione Ambientale di Niscemi, Prociv-An pas Niscemi, No Muos Sicilia, e il battagliero «cittadino qualunque» (come ama definirsi) Giuseppe Mai da, che dal 2009 si batte contro il super -radar. A questi richiedenti, ieri si è aggiunto il partito dell' Italia dei Valori di Niscemi, che ha depositato un' analoga richiesta di costituzione di parte civile.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X