stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Niscemi, il Comune "sfratta" il presidio No Muos: gli attivisti protestano
IL CASO

Niscemi, il Comune "sfratta" il presidio No Muos: gli attivisti protestano

di

NISCEMI. A pochi giorni dalla pletora di notifiche di chiusura delle indagini da parte della Procura di Gela a 179 attivisti No Muos, il Comune ha smontato il presidio di contrada Ulmo, dove i pacifisti svolgevano le assemblee, portando via i quattro gazebo che aveva messo a disposizione del Coordinamento locale. Un episodio definito dagli attivisti "increscioso, che sopraggiunge a rincarare la dose delle avversità contro il movimento".

Lo smantellamento del presidio No Muos è avvenuto tra il 5 e il 6 settembre scorsi, "ma solo ieri (mercoledì, ndr) è stata fatta la triste scoperta da parte di alcuni attivisti che, dopo aver rilevato il caos e la mancanza dei 4 gazebo installati per lo svolgimento delle attività nel posto, avevano immediatamente considerato la possibilità che si trattasse di un fatto intimidatorio, soprattutto alla luce delle condizioni in cui il presidio è stato trovato".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X