Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Buoni postali clonati a Sommatino, in 4 a processo

SOMMATINO. Clonando buoni postali reali, con documenti taroccati avrebbero incassato i quattrini. Operazioni che, secondo la tesi degli inquirenti nisseni, sarebbe state rese possibili da una “talpa”. Un dipendente postale di Sommatino -centro del Nisseno - ritenuto compiacente.

Questi, in linee generali, i contorni di una serie di truffe che sarebbero state messe a segno ai danni d'ignare vittime. Il giro d’«affari» complessivo sfiorerebbe complessivamente il tetto dei seicentomila euro.

Sarebbero qualcosa come sedici le potenziali parti offese individuate dalla magistratura, a cominciare dalle stesse «Poste italiane spa» di Caltanissetta in persona del responsabile dei servizi finanziari e amministrativi e una quindicina di clienti. Ma nessuno ha scelto di costituirsi parte civile.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

Digital Edition
Dal Giornale di Sicilia in edicola

Scopri di più nell’edizione digitale

Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale.

Leggi l’edizione digitale
Edizione Digitale

Caricamento commenti

Commenta la notizia