POLIZIA

Minacciata e picchiata dal figlio per il bancomat: una denuncia a Caltanissetta

di

CALTANISSETTA. Minacciata e picchiata per strada dal figlio che voleva i soldi. E che non si trattasse dell’ennesima richiesta lo ha detto la stessa donna ai poliziotti intervenuti per soccorrerla dopo una telefonata al 113. La poveretta, cinquantacinquenne, è stata trovata seduta a terra, in lacrime e dolorante in prossimità di una fermata dei bus.

Lei è stata accompagnata in ospedale, il figlio – un ventottenne con vari precedenti – rintracciato dagli agenti e denunciato per lesioni personali. In tasca gli hanno trovato la somma di denaro (trecento euro) prelevata con il bancomat sottratto alla madre. A cosa servissero i quattrini, però, non lo ha detto. L’episodio venerdì mattina in viale Monaco (la strada che collega la città all’ospedale Sant’Elia) dove madre e figlio erano fermi in attesa del bus. Cosa sia successo è facile immaginare. Madre e figlio hanno cominciato a litigare.

La donna, a quanto sembra, non sarebbe più nelle condizioni di poter soddisfare le frequenti richieste di denaro del figlio che ieri mattina, per strada, è tornata alla carica. Dalle parole ai fatti però il passo è stato breve e ad avere la peggio è stata la donna contro la quale si è scagliato il ventottenne. Prima l’ha minacciata pesantemente poi l’ha colpita con una serie di schiaffi, alla fine è riuscito ad impossessarsi del suo bancomat ed è scappato. Ha trovato anche il tempo per fare un prelievo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X