stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gela, confisca di beni per un milione di euro ad esponente del clan mafioso "Emmanuello"
MAFIA

Gela, confisca di beni per un milione di euro ad esponente del clan mafioso "Emmanuello"

di

Confisca di beni mobili e immobili per un milione di euro a carico di un affiliato a Cosa Nostra gelese. A dare completa esecuzione al decreto emesso dal Tribunale di Caltanissetta i carabinieri del reparto territoriale di Gela e i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Caltanissetta.

A coordinare l'attività investigativa che ha preceduto la confisca la Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, in collaborazione con l'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza nella ricerca di fonti di prova. Grazie alle indagini, è stata accertata la sproporzione tra reddito e patrimonio del nucleo familiare di Nicola Liado, pregiudicato di 44 anni, da sempre vicino alla famiglia “Emmanuello”.

L'uomo è stato arrestato nel corso di svariate operazioni condotte delle forze di polizia per i reati di associazione di tipo mafioso, nonché estorsione e traffico di sostanze stupefacenti. Lo stesso è stato arrestato il 25 settembre 2017 nell’ambito dell’Operazione “Donne D’Onore”, sempre coordinata dalla D.D.A. di Caltanissetta.

È stata così disposta la confisca dei seguenti beni: 2 immobili situati nel centro storico di Gela, tra cui la casa di abitazione della sua famiglia, 4 terreni agricoli, che si estendono per diversi ettari, situati nelle contrade Manfria e Gibliamuto dell’agro gelese; 4 veicoli a motore e una nota ed avviata pizzeria-tavola calda situata sulla principale via Venezia di Gela.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X