stampa
Dimensione testo
MAFIA

Gela, confisca di beni per un milione di euro ad esponente del clan mafioso "Emmanuello"

di

Confisca di beni mobili e immobili per un milione di euro a carico di un affiliato a Cosa Nostra gelese. A dare completa esecuzione al decreto emesso dal Tribunale di Caltanissetta i carabinieri del reparto territoriale di Gela e i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Caltanissetta.

A coordinare l'attività investigativa che ha preceduto la confisca la Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, in collaborazione con l'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza nella ricerca di fonti di prova. Grazie alle indagini, è stata accertata la sproporzione tra reddito e patrimonio del nucleo familiare di Nicola Liado, pregiudicato di 44 anni, da sempre vicino alla famiglia “Emmanuello”.

L'uomo è stato arrestato nel corso di svariate operazioni condotte delle forze di polizia per i reati di associazione di tipo mafioso, nonché estorsione e traffico di sostanze stupefacenti. Lo stesso è stato arrestato il 25 settembre 2017 nell’ambito dell’Operazione “Donne D’Onore”, sempre coordinata dalla D.D.A. di Caltanissetta.

È stata così disposta la confisca dei seguenti beni: 2 immobili situati nel centro storico di Gela, tra cui la casa di abitazione della sua famiglia, 4 terreni agricoli, che si estendono per diversi ettari, situati nelle contrade Manfria e Gibliamuto dell’agro gelese; 4 veicoli a motore e una nota ed avviata pizzeria-tavola calda situata sulla principale via Venezia di Gela.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X