stampa
Dimensione testo
DIA

Mafia, confisca da 3 milioni a un imprenditore vicino al boss Piddu Madonia

Maxi confisca a Gela. Beni per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia di Caltanissetta ad un imprenditore ritenuto contiguo alla famiglia mafiosa di Gela. Si tratta di Alberto Cammarata, 50enne di Gela, ritenuto vicino a Cosa nostra e, in particolare, alla famiglia facente capo al capomafia di Caltanissetta Giuseppe "Piddu" Madonia.

Cammarata avrebbe messo a disposizione del clan ingenti disponibilità finanziarie in cambio di interventi finalizzati ad imporre la sua supremazia imprenditoriale.

Attraverso la forza di intimidazione mafiosa avrebbe conquistato una posizione dominante e di esclusivo controllo nel settore delle forniture e del trasporto di inerti, sfruttando anche il metodo delle cosiddette sovra fatturazioni, impiegati per la realizzazione di opere pubbliche e private.

Oggetto del provvedimento di confisca definitiva sono 4 aziende di Gela, 47 immobili, tra fabbricati e terreni, nonchè numerosi rapporti bancari.

Il provvedimento definitivo di confisca è stato emesso dalla Corte di Cassazione, a seguito del sequestro disposto nel 2014 dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Caltanissetta su proposta del Direttore della Dia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X