DAL GDS IN EDICOLA

Accoltellò l'ex compagno a Caltanissetta, colpevole anche in appello

di

Colpevole, ora come allora, per avere sferrato una coltellata alle spalle al suo ex compagno. Nulla è mutato nel secondo passaggio in aula: né la tipologia di verdetto, né la pena che gli è stata inflitta. Tutto esattamente com'era.

Per una vicenda giudiziaria che inizialmente, un paio di anni fa, l'ha pure trascinata in carcere con la pesante accusa di tentato omicidio. Capo d'imputazione che, successivamente è stato rimodulato perché il giudice di primo grado, il gup David Salvucci, che l'ha giudicata con il rito abbreviato avrebbe sostanzialmente ritenuto che l'ipotesi di tentato omicidio sarebbe stata assorbita, così da condannarla per lesioni aggravate e porto di armi.

Per queste accuse è stata condannata in appello la venticinquenne Maria Guarnieri (assistita dalle avvocatesse Maria Francesca Assennato ed Emanuela Lopiano), finita nei guai per il ferimento del suo ex compagno, C. M., trentanovenne, anch'egli nisseno.

L'articolo completo nell'edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X