stampa
Dimensione testo
CONTRADA STRETTO-GIORDANO

La gestione della discarica nissena, la Procura punta al giudizio

di

La Procura generale li vorrebbe a giudizio. Scure che pende su un ex sindaco oltre che su dirigenti e funzionari comunali e del disciolto Ato rifiuti Cl1 . Tutto è legato alle presunte irregolarità sulla gestione della discarica di contrada Stretto-Giordano.

E ieri, in una prima udienza camerale, la Corte d'Appello è stata chiamata a vagliare l'impugnazione, da parte della Procura, del pronunciamento emesso dal gup a fine novembre dello scorso anno nei confronti di sei indagati.

Quando è stato disposto il non luogo a procedere arrivato in udienza preliminare mentre, di contro, sono stati rinviati a giudizio due ex sindaci e altrettanti funzionari dell'Ato rifiuti.

L'articolo nell'edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X