stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Pusher nisseni bloccati in trasferta a Cefalù, parte il processo

di

Sono accusati di aver fatto parte di un quartetto di sospetti pusher. Presi con le mani nel sacco, secondo la tesi accusatoria, mentre stavano rientrando in città dopo una trasferta nel Palermitano per rifornirsi di droga. Ma sono incappati nei carabinieri che, alla fine, li hanno smascherati recuperando un bel pò di hashish e un paio di grammi di cocaina. E per loro, poi, sono scattati pure gli arresti.

Due di loro sono adesso chiamati al cospetto del giudice di Termini Imerese per difendersi dalle accuse di detenzione e spaccio di stupefacenti legate agli esiti dell'operazione dei carabinieri di Cefalù.

Sono il quarantenne Salvatore Argento e il quarantunenne Iosè Angel Lacagnina (difesi dagli avvocati Danilo Tipo ed Ernesto Brivido e) che hanno scelto la via del rito ordinario. Gli altri due presunti complici arrestati con loro, anch'essi nisseni, hanno invece preferito chiudere il sospeso con la giustizia patteggiando la pena che è stata poi quantificata in un anno e 4 mesi di reclusione.

L'articolo nell'edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X