stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fondi sottratti a Gela, raffica di ricorsi davanti al Tar
RAFFINERIA

Fondi sottratti a Gela, raffica di ricorsi davanti al Tar

di

La delibera del primo novembre 2019 della giunta regionale con la quale i fondi del Patto per il Sud, in tutto una cinquantina di milioni, destinati a Gela e a Termini Imerese sono stati spostati verso altri comuni perché sia Gela che Termini Imerese non avevano presentato nei tempi previsti i relativi progetti, diventa oggetto di scontro politico, sia a livello locale che regionale. Per avere indietro i 33 milioni di euro destinati a Gela dal Patto per il Sud, il sindaco di Gela, Lucio Greco è stato autorizzato dalla giunta comunale, a presentare ricorso al Tar.

Questa scelta dell'amministrazione comunale, sta provocando a livello locale un vero e proprio scontro politico tra maggioranza e opposizione. A livello regionale, a presentare invece ricorso al Tar sono stati i deputati del Movimento cinque Stelle Luigi Sunseri, Ketty Damante e Nuccio Di Paola i quali annunciano che la parola adesso passa ai giudici amministrativi”.

Secondo i tre deputati, "la Regione Siciliana avrebbe operato una assoluta irritualità normativa adottando una delibera che nei fatti poteva essere approvata solo previo parere della Commissione Bilancio, passaggio che invece non è mai avvenuto. Lo abbiamo denunciato in tutte le sedi possibili - spiegano Sunseri, Damante e Di Paola - quella delibera è assolutamente illegittima".

L'articolo completo sull'edizione del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X