stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gela, gheppio in difficoltà: parte la catena solidale per salvarlo
ANIMALI

Gela, gheppio in difficoltà: parte la catena solidale per salvarlo

Era rimasto a terra nei pressi della linea ferrata in località “Fondo Iozza”. Un gheppio in difficoltà è stato salvato dai vigili del fuoco di Gela in collaborazione con gli operatori del WWF Sicilia Centrale di Caltanissetta.

Proprio su suggerimento degli operatori WWF, il volatile è stato trasferito a Niscemi, presso la locale sezione della LIPU. Qui i volontari hanno provveduto alle prime cure e ad alimentarlo. Una volta valutate le condizioni di salute e il comportamento del rapace, è stato rimesso in libertà in un habitat idoneo.

A questo proposito LIPU e WWF ricordano che tutta la fauna selvatica appartiene allo Stato e tutti i rapaci – sia diurni che notturni – sono considerate specie particolarmente protette, anche dal punto di vista sanzionatorio: la loro detenzione, cattura, uccisione diretta o avvelenamento o la distruzione dei loro nidi e uova costituisce reato punito con pesanti sanzioni penali previste dalla Legge sulla caccia e la tutela della fauna n. 157/1992.

"Chiunque fosse a conoscenza di casi di uccisione, cattura o detenzione di queste specie protette o, comunque, volesse segnalare specifici casi di bracconaggio e di reati in danno all’ambiente – dichiarano Manuel Zafarana, delegato della LIPU Niscemi, ed Ennio Bonfanti, presidente del WWF Sicilia Centrale - possono contattare le nostre associazioni tramite i rispettivi profili ufficiali presenti sui social network. Ogni segnalazione sarà presa in carico con la dovuta discrezione e riservatezza".

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X