stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, madre e figlio gravi e sanitari contagiati a Gela: è la città più colpita nel Nisseno
CONTAGI

Coronavirus, madre e figlio gravi e sanitari contagiati a Gela: è la città più colpita nel Nisseno

A poche ore dal ricovero della madre settandaduenne nella rianimazione Covid-19 del Sant'Elia di Caltanissetta, il figlio di 50 anni, anche lui di Gela, è stato portato nello stesso reparto ed è in gravi condizioni. Inoltre un operatore del 118 ed un ostetrico dell’ospedale «Vittorio Emanuele» di Gela sono risultati positivi al Covid-19.

Al momento Gela registra 136 postivi: è la città più colpita dal coronavirus in provincia di Caltanissetta.

L’operatore del servizio di emergenza-urgenza da qualche giorno non prestava servizio perchè aveva sintomi febbrili. Poi le condizioni di salute sono peggiorate e ora si trova ricoverato in ospedale.

Situazione differente per l’ostetrico di Mazzarino che svolge servizio all’ospedale di Gela: ha accusato qualche malessere solo nelle ultime ore. Il reparto di ostetricia e ginecologia è stato sanificato e sono stati disposti test sierologici e tamponi per operatori sanitari e degenti.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X