stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gela, non può essere operato di tumore perchè positivo al Coronavirus: "Mi sento morire"
LA TESTIMONIANZA

Gela, non può essere operato di tumore perchè positivo al Coronavirus: "Mi sento morire"

"Rischio di morire per due tumori alla testa perchè dopo 21 giorni sono ancora positivo al Covid". È lo sfogo di Massimo Casciana, 51 anni al quale lo scorso 20 agosto hanno diagnosticato due carcinomi "ma ancora oggi non so di che natura sono".

Casciana il 16 ottobre è stato sottoposto a tampone molecolare perchè si sarebbe dovuto recare al Besta di Milano per la biopsia, ma è risultato positivo. Nella giornata di venerdì un nuovo tampone e la conferma della positività. "Ho crisi epilettiche frequenti - racconta - e non ci sono ospedali che mi possono operare. Mi sento morire, sto vedendo la mia vita sfuggire via e non per il Covid, perchè non ho mai avuto sintomi, ma per questi due tumori alla testa che nessuno vuole operare fino a quando sono positivo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X