stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca A Gela la chiesa è inagibile e il presepe viene allestito fuori: "Non c'è posto"
DISAGI PER I FEDELI

A Gela la chiesa è inagibile e il presepe viene allestito fuori: "Non c'è posto"

Nella chiesa di San Domenico Savio, a Gela, la rappresentazione della Natività è stata allestita fuori perchè l'edificio di culto è chiuso dallo scorso 8 settembre per problemi statici. Il parroco, don Paolo Terrana, ed i fedeli nell'andare ad allestire il presepe hanno installato un grande cartellone in cui c'è scritto: "Non c'era posto per loro".

"Abbiamo quest'anno costruito il presepe all'ingresso della chiesa - ha detto il parroco - perchè è chiusa. Siamo arrivati a Natale e siamo ancora senza chiesa e non c'è una prospettiva stabile perchè non sappiamo quando sarà costruita. Siamo in un limbo. In questa situazione si sono trovati Giuseppe e Maria quando sono andati a cercare un alloggio in cui far partorire Maria e non lo hanno trovato. La chiesa è un posto in cui cerca di partorire nuovi cristiani".

I battesimi prenotati sono stati cancellati, la celebrazione della Cresima è stata fatta nelle chiese di San Sebastiano e Sacro Cuore. Portone chiuso a San Domenico Savio e protesta simbolica di parroco e fedeli in un anno già particolare per la pandemia.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X