stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caltanissetta, il sindaco avverte: "Niente visite in casa di parenti e amici per Pasqua"
REGOLE RIGIDE

Caltanissetta, il sindaco avverte: "Niente visite in casa di parenti e amici per Pasqua"

di

Regole rigide dopo giorni di polemiche ed incertezze sulle restrizioni applicate in città per il ponte di Pasqua. Caltanissetta è già in zona rossa da martedì 16 marzo, ordinanza che è stata poi rinnovata sino al 6 aprile. È il sindaco Roberto Gambino che fa il punto della situazione.

Numerose le sollecitazioni che gli sono arrivate. Le due ordinanze, quella nazionale e regionale ed in più l’istituzione della zona rossa cittadina, avevano creato molta confusione. Non si potrà uscire ed entrare in città tranne per motivi lavorativi ed indifferibili. Niente visite a parenti e amici. Tranne nei casi in cui si assistono persone disabili e con autocertificazione. Non si possono raggiungere le seconde abitazioni e si potrà fare sport in solitudine e vicino casa.

Sulle visite ai parenti ed agli amici è nata una polemica ma il sindaco è stato fermo: «Nonostante abbiamo chiesto e reiterato la zona rossa, il dato costante dei contagi che non accenna a diminuire ci preoccupa parecchio. Bisogna rispettare queste norme nonostante siamo tutti stanchi delle restrizioni. Il numero dei contagi è veramente preoccupante, ci dobbiamo salvaguardare, questo fine settimana è importantissimo».

L'articolo completo nell'edizione di Trapani, Agrigento, Caltanissetta ed Enna del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X