stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La polizia simula un incidente sulla Palermo-Catania per fermare un ladro d'auto
CALTANISSETTA

La polizia simula un incidente sulla Palermo-Catania per fermare un ladro d'auto

Caltanissetta, Cronaca
Polizia Stradale

Un finto incidente stradale per arrestare uno spericolato ladro di auto. L’ha messo in scena la polizia stradale di Catania per fermare in tutta sicurezza l’uomo che stava fuggendo a 200 km all’ora sull'autostrada Palermo-Catania dopo aver rubato una Fiat 500 Abarth a Caltanissetta.

È stato individuato grazie agli antifurto satellitari che hanno indicato anche la direzione e soprattutto la velocità. Con la collaborazione di alcuni automobilisti, gli agenti della polizia stradale di Catania hanno quindi predisposto un blocco simulando un incidente che aveva coinvolto un Tir appositamente fatto sistemare in maniera tale da chiudere l’intera carreggiata, con tanto di coda formatasi con le altre auto che via via sopraggiungevano.

Giunto sul posto del finto incidente il conducente della 500 Abarth rubata non ha potuto fare altro che rallentare l’andatura fino a che non ha dovuto fermarsi del tutto e incolonnarsi. A quel punto, gli agenti, che si erano nascosti a bordo carreggiata, sono saltati fuori e hanno bloccato l’automobilista, un 24enne catanese, con precedenti per lo stesso reato.

Il giovane ha ammesso subito di avere rubato l'auto poco prima a Caltanissetta. A bordo aveva con sé il «kit» del moderno ladro d’auto: infatti, oltre ai classici arnesi da scasso per forzare le serrature, è stata trovata una centralina in grado di by-passare l’antifurto elettronico del veicolo (il cosiddetto «Immobilizer»). Per il giovane è quindi scattato l'arresto mentre l’auto è stata restituita alla proprietaria, una giovane di Caltanissetta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X